Agguati

Un Agguato è un attacco sferrato all’improvviso, che disorienta l’avversario.

Gli Agguati sono le azioni pubbliche che concludono il percorso di Scuola di Visioni del Contemporaneo: giovani creativi entrano di soppiatto negli spazi urbani, con i sensi acuiti, per trasformarli e condividere con la cittadinanza un esperimento di pratica artistica inedita.

Se l’obiettivo della Scuola è la produzione di un percorso autoriale generato dall’ascolto delle proprie attitudini, quest’ultimo viene declinato in relazione ad uno spazio pubblico dal forte ruolo simbolico e sociale: così gli sguardi degli allievi ridisegnano il mondo a partire dal proprio vissuto.

Agguati 2012: La performance si insinua negli spazi urbani

Nei teatri delle due città di Macerata e di Fabriano si propongono nuove performace che segnano e sorprendono gli spazi, rileggendoli nelle loro funzioni d’uso, aprendoli al pubblico in modo del tutto straordinario.

Agguati 2013: I teatri come non li avete mai visti

Il quartiere Vallemiano di Ancona e l’ex Mercato delle Erbe di Macerata vengono riscritti attraverso le grammatiche della ricerca artistica sottolineando uno stato di abbandono che contrasta con le reali possibilità relazionali ed economiche di questi luoghi.

Agguati 2014: Le comunità

Alla Mole Vanvitelliana di Ancona installazioni, performance, mostre, interazioni e percorsi per far nascere nuovi immaginari comunitari.