Gli artisti italiani che disegnano il nostro futuro con il digitale

[Approfondimenti]

Intervista doppia a Cesare Biasini Selvaggi e Valentino Catricalà, autori del secondo volume della collana “I Quaderni della Collezione Farnesina”

di Federico Bomba

 

“Arte e tecnologia del terzo millennio. Scenari e protagonisti”, secondo volume della collana “I Quaderni della Collezione Farnesina” edito da Electa per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (scaricabile gratuitamente in formato pdf), fa il punto su due aspetti: da una parte ci offre una meticolosa riflessione, integrata da un excursus storico, sul ruolo delle tecnologie nelle pratiche artistiche e su quali potranno essere i principali sviluppi di cross-fertilization con gli ecosistemi sociali e industriali esistenti. Dall’altra, ci offre la prima mappatura degli artisti italiani, spesso residenti all’estero, che si occupano di indagare il ruolo delle tecnologie nella società, i loro possibili utilizzi, incluse le opportunità e le minacce di quello che Lovelock chiama Novacene, e cioè l’era della collaborazione tra l’uomo e le macchine.

Non è un caso che gli autori, Cesare Biasini Selvaggi e Valentino Catricalà, siano due figure eclettiche, con un background nell’ambito dell’arte contemporanea, ma attenti ai risvolti scientifici ed economici dei processi scatenati dagli artisti.

Questa intervista doppia approfondisce alcune questioni particolarmente attuali nell’ambito della trasformazione digitale e del ruolo degli artisti nella società contemporanea.

Per proseguire la lettura dell’intervista puoi spostarti su Letture Lente – AgCult: https://agcult.it/a/31491/2021-02-01/era-digitale-gli-artisti-italiani-che-disegnano-il-nostro-futuro-con-il-digitale

Category
approfondimento