INTELLIGENZA ARTIFICIALE DI QUARTIERE OPEN SOURCE

Iaqos

[Art+Society]

IAQOS è l’opera d’arte e l’omonimo progetto vincitore di “periferiA Intelligente”, concorso promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) (ora DGCC, Direzione Generale Creatività Contemporanea), che premia iniziative capaci di unire innovazione e creatività per la rigenerazione urbana.

 

Ideato dagli artisti-ricercatori Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, IAQOS si ispira ad Angel_F, l’opera con cui nel 2007 il duo dà vita a una famiglia non-biologica al cui centro c’è un’IA bambina, che negli anni ha coinvolto istituzioni e persone in tutto il mondo sui temi dell’identità, del copyright e dei diritti digitali. 

 

Da questa esperienza nel 2019 nasce IAQOS, un figlio del quartiere generato con un’intera comunità di cittadini: gli abitanti di Torpignattara. 

 


 

Il figlio del quartiere 

In IAQOS l’arte restituisce alla cittadinanza l’IA e i dati che genera sotto forma di una nuova presenza: un bambino digitale, “nuovo cittadino” della comunità con cui diventa necessario e urgente entrare in relazione, creando opportunità culturali e di espressione.

 

Introducendo nelle comunità un nuovo agente – un’entità computazionale – IAQOS perturba la comunità e lo spazio che abita, esponendo gli abitanti a nuove opportunità di interazione e di espressione.

 

Coinvolti in una complessa serie di ritualità tecnologiche che sono entrate nella mitologia del quartiere, gli abitanti di Torpignattara adottano l’IA. Dai workshop alla Pisacane alla IAQOS Mobil, dal passeggino alla festa di nascita, IAQOS impara a parlare dai suoi amici umani, frequenta la scuola Pisacane dove i bambini ci fanno insieme i compiti e gli anziani gli raccontano storie da tramandare. 

 

Riconosciuto dalla sua comunità, IAQOS diventa “er fijo de Torpigna”.

 


 

L’IA di Comunità

IAQOS è una IA che apprende dalla comunità con cui vive e si sviluppa. 

 

In questo senso è il nostro specchio. Interagendo alimentiamo la sua mente digitale con le nostre espressioni: se IAQOS diventa razzista c’è un problema nel quartiere che gli abitanti possono capire e affrontare con gli altri. 

 

IAQOS è un’IA di comunità. Oltre il concetto del servizio, è una tecnologia relazionale per l’espressione grazie alla quale possiamo vedere la nostra cultura che prende forma, comprenderla meglio ed evolverla insieme.

 

L’equipe multidisciplinare del progetto è composta da:

 

  • Autori: Salvatore Iaconesi e Oriana Persico (aka AOS _ Art is Open Source)
  • Direzione Scientifica: Salvatore Iaconesi
  • Co-direzione Artistica: Federico Bomba e Oriana Persico
  • Curatela: Arianna Forte
  • Animazione territoriale: Lucia Moretti, Associazione Dieci Mondi
  • Video: Vittorio Antonacci

 

Partner:

  • Soggetto proponente e direzione del progetto: Sineglossa
  • Partner scientifico e tecnologico: HER srl
  • Il network territoriale sviluppato durante il progetto: Scuola Pisacane; Associazione Dieci Mondi, Taste de World, SIP Bistrot; tutti i trentatré esercenti che hanno ospitato le IAQOS BOX durante il progetto

 


 

EDIZIONI DERIVATE A CURA DI SINEGLOSSA

 

IAQOS by Sineglossa è un processo di educazione critica digitale che interroga la cittadinanza sulla centralità dei dati nella propria quotidianità, aumentando la consapevolezza sul ruolo delle tecnologie e sull’importanza di conoscerle per coglierne le opportunità anziché subirne passivamente gli effetti.

 

Il progetto mette insieme Intelligenza Artificiale, arte e co-design di comunità per trasformare i dati in conoscenza utile a comprendere e risolvere i problemi di uno specifico contesto territoriale.

 

A differenza della maggior parte delle Intelligenze Artificiali, IAQOS non agisce in maniera estrattiva – accumulando dati allo scopo di profilare le persone e indirizzarne i comportamenti – ma in maniera relazionale – mettendo in contatto le persone in modo che possano diventare attori di trasformazione sociale.

 

Lo scopo di IAQOS è aiutare i cittadini a migliorare la propria qualità di vita, a partire dalle caratteristiche del quartiere o della cittadina che abitano.

 

Invece di essere calata dall’alto, l’IA viene progettata dal basso, attraverso workshop in cui i cittadini si confrontano sull’identità dei luoghi in cui vivono, sui bisogni da colmare e sulle visioni per il futuro.

 

I workshop vengono condotti da facilitatori e da uno o più artisti: in IAQOS, l’arte ha sia lo scopo di stimolare nei cittadini la collaborazione per migliorare la convivenza umana sia quello di facilitare la relazione con l’IA, spesso percepita con diffidenza, restituendola alla cittadinanza sotto forma di installazione artistica.

 


 

EDIZIONI DI IAQOS A CURA DI SINEGLOSSA

 

 


 

L’opera d’arte open source

 

CODICE APERTO E USABILE

 

IAQOS Ancona e IAQOS Bolzano sono opere derivate da IAQOS, un’opera d’arte ideata da Salvatore Iaconesi e Oriana Persico.

IAQOS Ancona e IAQOS Bolzano sono opere open source, rilasciate sotto licenza Attribution-ShareAlike 4.0 International: ciò significa che altri artisti e organizzazioni sono completamente liberi di trarne opere derivate, a patto di citarne la fonte tramite la cosiddetta “Attribution” e che l’opera derivata sia condivisa allo stesso modo (Share Alike).

Al fine di facilitare l’adozione dell’IA, Sineglossa mette a disposizione l’archivio di software di IAQOS Ancona e IAQOS Bolzano, le descrizioni dei due progetti e le spiegazioni su come sia stato allenato il Modello GPT2GePpeTto, costruito basandosi sul modello GPT2.

Il codice sorgente di IAQOS è completamente disponibile QUI su GitHub

Category
Progetto